Atto costitutivo e Statuto

 

1. COSTITUZIONE E SEDE.

Il 3 agosto 1998, a Varallo Pombia, si è costituito il comitato C.OVES.T. Comitato Ovest Ticino, (già Comitato contro le nuove rotte di Malpensa 2000), con sede in Varallo Pombia, villa Soranzo, via Simonetta n. 3; esso è retto dal presente statuto e dal documento approvato in data 2 settembre, che qui si richiama e si intende integralmente ritrascritto.

2. CARATTERE.

Il COVES.T. è apartitico, si ispira ai principi democratici dettati dalla Costituzione italiana, ha carattere volontario e non ha scopi di lucro. I Soci sono tenuti ad un comportamento corretto sia nelle relazioni interne con gli altri Soci che con terzi, nonché nell'accettazione delle norme del presente atto. Il C.OVES.T. potrà partecipare quale socio ad altri circoli e/o associazioni e/o aventi, anche parzialmente, scopi analoghi.

3. DURATA.

La durata del Comitato è illimitata o comunque limitata al momento del raggiungimento dell'oggetto.

4. OGGETTO.

Il C.OVES.T. si propone di informare la popolazione e sensibilizzarla in merito alle problematiche insorte in conseguenza dell'apertura del nuovo Aeroporto di Malpensa 2000. Si propone altresì, in merito agli stessi argomenti, di sostenere e supportare gli Enti Pubblici Locali, provinciali e regionali nelle relative scelte. Il tutto per il raggiungimento dei seguenti scopi:

  • Attuazione del progetto originale e del P.R.G. del 1986 che prevedeva la limitazione a 8 milioni all'anno del numero di passeggeri in transito e proporzionale limitazione del traffico merci.

  • Equa suddivisione del traffico aereo. Gli aerei dovranno prendere subito la loro dirczione naturale e definitiva, suggerita, tra l'altro, dal posizionamento delle piste, effettuando direttamente una manovra verso EST se diretti al faro di Saronno. In nessun caso sull'Ovest Ticino dovrà gravare più del 50% dei decolli giornalieri. Verrà rifiutato ogni risorvolo, in quanto la stessa è una manovra inopportuna che danneggia pesantemente il nostro territorio. Il predetto risorvolo interessa l'industria chimica AKZO NOBEL, che è una delle aziende più pericolose d'Italia. Pertanto il piano del traffico dovrà essere ridiscusso con la partecipazione dei Comuni dell'Ovest Ticino.

  • V.I.A. valutazione di impatto ambientale seria e partecipata.

  • Distribuzione del traffico aereo tra "li aeroporti del Nord Italia.

  • Accettazione a Malpensa dei soli aeromobili di "classe III" più silenziosi. Dovrà essere utilizzata in alternativa una suddivisione anche all'interno della "Classe III" (tariffe differenziate che privilegino gli aerei meno rumorosi).

  • Utilizzo dell'aerostazione nelle sole ore diurne e serali.

  • In ogni caso, attuazione della procedura di operatività aeromobili atte all'abbattimento del rumore.

  • Controllo del rispetto delle rotte indicate.

  • Partecipazione diretta del Comitato al coordinamento dei sindaci dell'Ovest Ticino nonché alle commissioni locali di nuova costituzione.

  • Rigetto di qualsiasi proposta di trasformare l'aeroporto militare di Cameri in aeroporto civile o merci.

Per il raggiungimento del predetto oggetto, il comitato svolgerà, a solo titolo esemplificativo, le seguenti attività:

  • attività culturali, attività associative, attività ricreative, attività propagandistiche, attività di ricerca e di archivio della documentazione.

5. SOCI.

Possono essere Soci del C.OVES.T. persone fisiche interessate, italiane o -straniere, residenti in Italia e non, di sentimenti e comportamenti democratici, in numero illimitato. Potranno inoltre essere Soci, Enti pubblici o provati aventi finalità e scopi sociali analoghi a quelli del comitato stesso. Presupposto per ottenere la qualifica di socio è la semplice sottoscrizione di adesione al comitato. L'appartenenza allo stesso ha carattere libero e volontario ma impegna gli aderenti al rispetto delle risoluzioni assunte dai suoi organi rappresentativi, secondo le competenze statutarie. La qualifica di socio può venir meno per uno dei seguenti motivi: per dimissioni, da comunicarsi per iscritto; per decadenza e cioè per mancanza dei requisiti in base ai quali è avvenuta l'ammissione; con delibera di esclusione della Segreteria per accertati motivi di incompatibilità, per aver contravvenuto alle norme ed obblighi del presente atto o per altri motivi che comportino indegnità.

6. ORGANI.

Organi del comitato sono: l'Assemblea dei Soci, la Segreteria, il Consiglio Direttivo, il Presidente. Tutte le decisioni degli organi dovranno essere assunte con la maggioranza.

ASSEMBLEA.

L'Assemblea dei Soci è l'organo sovrano del Comitato ed è composta da tutti i soci regolarmente iscritti. I Soci aventi diritto di voto devono avere almeno sei mesi di anzianità di iscrizione all'atto di convocazione dell'assemblea ed aver compiuto il diciottesimo anno di età. L'Assemblea viene convocata in via ordinaria almeno una volta all'anno. L'Assemblea può inoltre essere convocata, anche informalmente, purché con mezzi idonei ad essere recepiti dalla maggior parte dei Soci, tanto in sede ordinaria che straordinaria: per decisione della Segreteria; su richiesta, indirizzata al Presidente, di almeno un terzo dei Soci.

SEGRETERIA.

Tutte le iniziative e le strategie del comitato dovranno essere concordate preventivamente con la Segreteria. Le decisione assunte all'interno della stessa avranno valore vincolante. Essa è composta di venti soci aventi i requisiti previsti dal presente atto ed è presieduta dal Presidente; è validamente costituita con la presenza della metà più uno dei suoi membri. I suoi componenti rimarranno in carica per un anno dalla sottoscrizione del presente atto, salvo proroga tacita. Si riunisce presso la sede del Comitato, con cadenza settimanale, indicativamente ogni lunedì alle ore 21.00, senza alcuna formale convocazione. E' aperta a tutti i soci, ma con facoltà di limitare gli interventi degli stessi ad un numero non superiore a tre per ogni sera.

CONSIGLIO DIRETTIVO.

In considerazione del fatto che il C.OVES.T. si trova nelle condizioni di assumere decisioni avente carattere d'immediatezza, non potendosi ogni qual volta se ne presenti la necessità convocare tutta la Segreteria, quest'ultima delega allo scopo quattro dei suoi componenti. L'attività del Consiglio Direttivo deve svolgersi secondo le linee di condotta indicate dalla Segreteria, entro i limiti assoluti imposti dal presente atto. I suoi componenti eletti dai mèmbri stessi della Segreteria ricopriranno la carica per un periodo di un anno dalla sottoscrizione del presente atto, salvo proroga tacita.

PRESIDENTE.

Il Presidente rappresenta in tutte le sedi, anche quelle giudiziarie, il C.OVES.T.. Egli rimarrà in carica per un periodo di un anno dalla sottoscrizione del presente atto, salvo proroga tacita. Sarà eletto dalla Segreteria. In sua assenza, potrà delegare ad un membro del Consiglio Direttivo la rappresentanza del comitato. Presiede la Segreteria ed il Consiglio Direttivo. Il suo potere di voto è equiparato a quello di qualunque altro socio. Tutti gli incarichi sociali sono gratuiti.

7. MEZZI FINANZIARI.

Le entrate del comitato sono costituite da versamenti spontanei effettuati da persone fìsiche e/o giuridiche, private e/o pubbliche. 

8. SCIOGLIMENTO. 

In caso di scioglimento del comitato, la segreteria designerà l'associazione a fini non di lucro a cui devolvere l'eventuale risultato netto di gestione.

VaralloPombia, 13/9/1999


 

     oppure alla   Mappa del Sito