MARZO 2004


COMUNICATO STAMPA

 

Varallo Pombia, 19 marzo 2004

Nel Consiglio della Provincia di Novara tenutosi il 18 marzo 2004 è stata presentata da parte del consigliere provinciale Paolo Colombo una mozione riguardante il Coordinamento degli Enti Locali della Provincia di Novara interessati dall’attività dell’aeroporto di Malpensa.

In essa veniva richiesto ai membri del Consiglio Provinciale di esprimere il loro voto per impegnare il Presidente della Provincia a sostenere il Coordinamento e l'Associazione COVEST ONLUS, continuando a coinvolgere questa Associazione nell'attività del Coordinamento Enti Locali, in modo che congiuntamente si possano raggiungere gli obiettivi di salvaguardia ambientale e della qualità della vita dei cittadini.

Di fatto, il Presidente Pagani sta cercando ormai da un anno e mezzo, con ripetuti tentativi, di escludere il C.OVES.T. (Comitato Ovest Ticino) dal Coordinamento, a cominciare dal 15 ottobre 2002 quando convocò  ad  Oleggio  una  segreteria  del Coordinamento, a condizione che non fosse presente il COVEST, per finire con la mancata convocazione, sempre di questa Associazione, all'ultimo Coordinamento dello scorso 1° marzo ad Oleggio, non tenendo in conto che da sempre il Comitato Ovest Ticino è stato parte integrante del Coordinamento medesimo.  

Nella mozione si ricorda inoltre che l' art. 5 dello statuto Provinciale afferma che la Provincia di Novara "raccoglie e coordina le proposte avanzate dai Comuni nel perseguimento degli obiettivi di programmazione economica, sociale, culturale, territoriale e ambientale favorendo e sviluppando i rapporti di collaborazione con gli Enti locali, le Associazioni e le categorie sociali anche attraverso le varie forme associative nell'interesse della comunità...favorisce   la  partecipazione   dei  cittadini  in   forma singola o associata alle scelte politiche della comunità provinciale promuovendo le libere forme associative e cooperative".

Evidenziamo che il COVEST è stato  riconosciuto  ufficialmente dalla Regione Piemonte come associazione di pubblica utilità senza fini di lucro (ONLUS) per la salvaguardia del territorio dagli impatti dovuti all' attività aeroportuale dell'aeroporto di Malpensa 2000 e ribadiamo che, dall'istituzione, nel 1998, del Coordinamento degli Enti Locali della Provincia di Novara interessati dall' attività dell' aeroporto di Malpensa, il COVEST ne è sempre stata parte integrante e significativa come ulteriormente ribadito e votato all’unanimità anche dai Sindaci  nella seduta del Coordinamento tenutasi ad Oleggio il 16 ottobre 2002.

Le argomentazioni portate dal Presidente Pagani nella discussione della mozione del consigliere Colombo, sono state fuori tema ed assolutamente prive di fondamento, accusando il COVEST di voler addirittura diventare “collettore di finanziamenti da parte dei Comuni” a fronte di una delibera di finanziamento fatta a suo tempo dal Comune di Cameri, non certo obbligato in tal senso dal COVEST!

Sull’argomento della mozione il risultato è purtroppo stato negativo, i Consiglieri di maggioranza della Provincia hanno votato contro, per un risultato di votazione di 17 ad 11, con la minoranza che invece si è dimostrata compatta sul voto favorevole.

La constatazione è dunque che la posizione dell’attuale amministrazione della Provincia di Novara non è certo ispirata a quanto contenuto nell’art. 5 del proprio statuto, ed inoltre si mette in contraddizione rispetto a quanto espresso dai Sindaci del Coordinamento, i quali sono i rappresentanti dei loro cittadini e del territorio dell’ Ovest Ticino.

Per un’amministrazione il cui motto doveva essere “la Provincia dei Comuni” crediamo che ciò rivesta un’evidente negazione di tale dichiarazione d’intenti …

E’ altresì evidente dunque come gli interessi portati avanti da questa Amministrazione Provinciale sono altri, rispetto alle richieste dei cittadini di tutelare l’ambiente, il territorio e la qualità della vita.

La segreteria del COVEST ONLUS  


COMUNICATO STAMPA

 Varallo Pombia, 03 marzo 2004

COMUNICATO STAMPA

  PROVINCIA E COVEST A CONFRONTO

            La Provincia di Novara “raccoglie e coordina le proposte avanzate dai Comuni nel perseguimento degli obiettivi di programmazione economica, sociale, culturale, territoriale e ambientale favorendo e sviluppando i rapporti di collaborazione con gli Enti locali, le Associazioni e le categorie sociali anche attraverso le varie forme associative nell’interesse della comunità…favorisce la partecipazione dei cittadini in forma singola o associata alle scelte politiche della comunità provinciale promovendo le libere forme associative e cooperative”…ovviamente tutto questo è solo sulla carta, enunciato dall’articolo 5 dello Statuto della Provincia stessa.

Scopriamo quindi che uno dei compiti istituzionali della Provincia è quello di accogliere, determinare e promuovere - se opportuno - le istanze mosse dalle Associazioni e dai Comitati sorti sul territorio, come ad esempio il COVEST, chiaramente impegnato nella difesa del novarese.

Date queste premesse, ci risulta difficile capire il motivo per cui, Maurizio Pagani, Presidente della Provincia di Novara convochi il Coordinamento Enti Locali interessati dalle problematiche  dell’Aeroporto di Milano-Malpensa, escludendo da tale convocazione il COVEST e qualsiasi suo rappresentante.

Troviamo un’evidente incongruenza tra quanto espresso dallo Statuto provinciale e la realtà dei fatti che, purtroppo, vedono un Presidente che, a fronte di istanze da parte di Comuni, Enti ed Associazioni su argomenti di estrema importanza, quali la tutela ambientale e la salvaguardia della qualità della vita, non assuma atti di manifesta volontà per cambiare lo stato delle cose.

Scorretto è anche il non rispettare l’unanime volontà dei Sindaci che hanno ripetutamente ed inequivocabilmente evidenziato che COVEST ONLUS, che ha avuto il riconoscimento ufficiale di Associazione di Utilità Sociale, è parte integrante e significativa del Coordinamento sulle problematiche di Malpensa.

Sorge spontaneo chiedersi se la Provincia voglia veramente sostenere il Coordinamento e l’Associazione COVEST ONLUS a raggiungere i loro obiettivi di salvaguardia ambientale (ricordiamo che nessun finanziamento economico è mai stato concesso dalla Provincia) o, all’opposto, se il suo scopo è quello di ostacolare tali attività.

Purtroppo abbiamo avuto la conferma che importanti risultati, quale ad esempio l’entrata dei Comuni piemontesi nella Commissione Aeroportuale, non vengono raggiunti poiché, invece che impegnarsi a contattare Ministeri ed Istituzioni competenti, il nostro Presidente Pagani si preoccupa di tagliar fuori il COVEST dalle riunioni da lui convocate.

La segreteria del COVEST

Il Presidente dott. Gianpietro Fanchini