MAGGIO 2005


 

COMUNICATO STAMPA

Varallo Pombia, 19 maggio 2005

 

Nella seduta del Consiglio della Provincia di Novara tenutosi la scorsa settimana, è stata approvata con una larga maggioranza la mozione con la quale la Provincia dichiara di non condividere la proposta di uno studio di fattibilità finalizzato ad un’apertura dell’aeroporto di Cameri al traffico civile come quella ipotizzata dal Comune di Novara che ha come obiettivo principale di trasformarlo in aeroporto specializzato al traffico “Low Cost” dedicato quindi all’aviazione generale.

Come viene citato nelle motivazioni della mozione, un tale utilizzo dell’aeroporto di Cameri equivarrebbe ad avere sui nostri territori un incremento del traffico aereo simile a quello dell’ipotetica terza pista di Malpensa. In pratica Cameri diverrebbe la terza pista dello scalo lombardo.

Viene inoltre richiamato come già i livelli di inquinamento acustico ed atmosferico rilevati nell’Ovest Ticino siano molto spesso ben oltre i limiti di legge, e quindi la presenza di ulteriori decolli aerei non farebbe altro che peggiorare una già triste situazione.

Preme ricordare che presso l’aeroporto di Cameri è già in atto l’attività della ditta Agusta con i collaudi dei propri elicotteri. Attività ad alto contenuto tecnico che se sviluppata può fornire interessanti e qualificati posti di lavoro.

La segreteria del C.Oves.T. ONLUS dunque condivide pienamente la posizione espressa dal Consiglio Provinciale su tale argomento, poiché essa coincide con quanto riteniamo debba essere messo in atto per tutelare il nostro territorio gravemente compromesso dai pesanti impatti ambientali dovuti all’attività aeroportuale di Malpensa 2000.

 

La segreteria del COVEST ONLUS.