INIZIATIVE ATTUATE

Da quando ci siamo costituiti (03 agosto 1998), abbiamo organizzato e sostenuto diverse manifestazioni di protesta, sempre più partecipate e, precisamente:

  • 25.10.1998 - oltre 1500 persone manifestano all'apertura di Malpensa 2000;

  • 29 novembre 1998 -partecipazione di 5/6000 persone alla manifestazione di protesta effettuata a Borgo Ticino (NO);

  • 20.12.1998 - presidio nell'atrio partenze del Terminal 1;

  • 14 marzo 1999 - grande manifestazione di protesta a Malpensa di circa 12.000 persone con la partecipazione delle massime autorità regionali e provinciali (presidente regione Piemonte, presidente Provincia di Novara) e di 23 sindaci novaresi e di 5 lombardi, oltre ad associazioni varie;

  • 06 giugno1999 - abbiamo effettuato un presidio di Sindaci al quale hanno sempre aderito le massime autorità regionali e provinciali del Piemonte, oltre naturalmente un migliaio di cittadini a sostegno dei loro rappresentanti;

  • 04.07.1999 - manifestazione unitaria a Malpensa, del Piemonte e della Lombardia, con la partecipazione delle massime autorità regionali e provinciali del Piemonte, di una cinquantina di sindaci delle provincie di Novara, Varese e Milano;

  • 10.10.1999 - Presidio ai ponti sul Ticino di Varallo Pombia e Castelletto Ticino con la presenza di cittadini e sindaci, per ribadire l'illegittimità dell'aeroporto e l'equa distribuzione delle rotte in decollo;

  • 24.10.1999 - Adesione al presidio di protesta organizzato a Malpensa 2000, in occasione del 1^ anniversario della sua apertura;

  • 12.12.1999 - Presidio di protesta con l'adesione e la partecipazione del C.OVES.T., di comitati lombardi, della Regione Piemonte, della Provincia di Novara, delle amministrazioni di 24 comuni novaresi e dei comuni lombardi interessati dal problema;

  • 02.04.2000 - Presidio con la partecipazione di 24 comuni novaresi, ed alcuni lombardi, di associazione e comitati per protestare contro il previsto trasferimento di ulteriori voli da Linate a Malpensa del 20 aprile 2000 e per ribadire ancora un NO all'aeroporto in versione HUB;

  • 28.05.2000 - Manifestazione di protesta, con partecipazione massiccia dela popolazione, della Provincia di Novara, di 24 Sindaci piemontesi, di parlamentari, consiglieri regionali e provinvciali, di enti ed associazioni varie, organizzata per evidenziare la NON APPLICAZIONE dello scenario di minimo impatto acustico (divisione delle rotte) così come previsto dal decreto del ministro Bersani del 3.3.2000,

  • 19.10.2000 - Partecipazione alla Manifestazione promossa dalle municipalità di 87 comuni del Piemonte e Lombardia, comitati ed ambientalisti, per protestare contro le illegalità e i soprusi di Malpensa 2000.

  • 06.05.2001 - Presidio ai ponti sul Ticino di Varallo Pombia/Somma Lombardo e di Castelletto Ticino/Sesto Calende, al quale hanno partecicipato diverse centinaia di cittadini, per protestare ancora una volta contro l'illegalità e i soprusi di Malpensa 2000, nonchè per manifestrare contro la mancata approvazione in commissione trasporti della Camera dei Deputati del blocco dei voli notturni.

  • 10.06.2001- La protesta ha coinvolto il Giro d'Italia, nella tappa "Arona-Milano al ponte sul fiume Ticino di Castelletto Sopra Ticino/Sesto Calende, i corridori e la carovana sono stati rallentati dalla presenza di cittadini e di quasi tutti i Sindaci dell'Ovest Ticino e di alcuni lombardi.

Inoltre, ci siamo attivati per fare conoscere il gravoso problema dell'inquinamento acustico ed ambientale venutosi a creare nella nostra zona a causa dell'apertura di Malpensa 2000, anche nelle scuole, perché riteniamo importante che i giovani imparino a pensare, progettare e gestire uno sviluppo del territorio a misura d'uomo. Poiché spetta agli adulti di oggi fornire loro gli strumenti necessari, ci siamo impegnati a collaborare con i docenti delle scuole che sorgono sul territorio sottoposto a continui voli e risorvoli di aeromobili. Dopo una prima esperienza fatta nel mese di febbraio 1999, in alcune classi delle scuole superiori di Borgomanero, il C.OVES.T., torna nelle aule scolastiche con un'iniziativa rivolta alle classi Elementari e Medie. Partendo dalla constatazione dei danni causati dagli aerei che modificano la realtà ambientale e quindi la vita degli abitanti dell'Ovest Ticino, abbiamo elaborato un percorso di sperimentazione che si articola in più parti e che si pone i seguenti obiettivi principali:

1. aiutare i giovani ad essere consapevoli dei danni che potrebbero subire come fruitori dell'ambiente;

2. aiutare i giovani a riconoscere i segni del degrado ambientale, per potersi difendere;

3. aiutare i giovani a non subire gli effetti del degrado ambientale, come se fossero ineluttabili. La proposta inoltre prevede che il materiale prodotto dalle classi possa essere raccolto ed esposto, in una specifica giornata, da organizzare con l'Istituto coinvolto nell'iniziativa.

La sperimentazione è già stata intrapresa con interesse, da parte dei ragazzi e dei docenti, nelle Scuole Medie di Varallo Pombia, Borgoticino e nella Scuola Elementare di Varallo Pombia.


 

    oppure alla   Mappa del Sito