Varallo Pombia, 25 maggio 2004

 

Franca Capurro

Presidente Associazioni Industriali

della Provincia Novara

anticipata via e-mail: ain@ain.novara.it

 

Oggetto: in riferimento sue dichiarazioni circa Malpensa 2000

 

 

            Gentile Presidente,

 

leggiamo sul quotidiano “La Stampa” di oggi della Sua nuova investitura a Presidente dell’Associazione Industriali della provincia di Novara.

 

            Nel complimentarci con Lei per tale carica assunta, ci duole però apprendere una Sua dichiarazione con la quale afferma: “se non siamo in grado di cogliere le opportunità indotte in termini di sviluppo della contiguità del nostro territorio con un hub (Malpensa), siamo legittimati solo a fare analisi penitenziale della  nostra incapacità di cogliere le opportunità stesse”.

 

            Per correttezza Le anticipiamo che, in riferimento a tale dichiarazione, abbiamo inviato agli organi di stampa una lettera aperta attraverso la quale manifestiamo il nostro dissenso nei confronti di coloro che vedono in Malpensa una ricca fonte di opportunità di sviluppo per il nostro territorio.

 

Da anni il Comitato da me rappresentato si batte contro lo sviluppo incontrollato di Malpensa,  contro le illegalità che ad esso si legano (tengo a ricordarLe che non è mai stata realizzata una corretta Valutazione di Impatto Ambientale sulla completezza del progetto Malpensa 2000) e soprattutto contro la devastazione che il nostro territorio sta subendo, in termini di inquinamento ambientale (acustico, atmosferico, ecc.), a causa dell’attività aeroportuale: leggere sui giornali che la neo-Presidente dell’Associazione Industriali si rammarica per le opportunità non colte provoca in noi un grande dissentimento.

 

Concludiamo la nostra lettera con un invito, che Le porgiamo direttamente, al fine di promuovere un incontro pubblico sui temi qui discussi, in modo tale da poterci confrontare, per poter capire cosa sia veramente Malpensa, e pesare, da un lato, le opportunità da essa offerte al nostro territorio, dall’altro, i disagi e gli scempi ad essa conseguenti.

 

Certo della Sua disponibilità ad affrontare con noi temi di estrema rilevanza, colgo l’occasione per porgerLe i migliori saluti.

 

 

                                                                                                 Il Presidente di Covest Onlus

                                                                                                      dott. Gianpietro Fanchini